Scandalo audio Michele Guardì: Insulti a Giancarlo Magalli e la reazione



Il mondo dello spettacolo italiano è stato scosso dall’inaspettato scandalo legato a un audio di Michele Guardì, noto regista e autore televisivo. Le Iene hanno reso pubblici commenti offensivi registrati da Guardì nel 2010, in cui insulta il collega Giancarlo Magalli durante la trasmissione “I Fatti Vostri”. Questi commenti erano già stati trasmessi in passato su La7, ma con la voce distorta per nascondere l’identità dell’autore delle offese.



La Controversia e le Reazioni

La divulgazione dei commenti offensivi ha suscitato una forte reazione nel mondo dell’intrattenimento. Antonello Piroso, che aveva inizialmente trasmesso gli audio camuffati su La7, ha rivelato che molti nel settore erano a conoscenza o sospettavano dell’identità dell’autore dei commenti. “Le Iene” hanno ora scelto di ripubblicare gli audio con la voce originale di Guardì, mettendo finalmente in luce chiaramente la sua identità.

La Reazione di Guardì e Magalli

Dopo la pubblicazione degli audio, TvBlog ha intervistato Michele Guardì per ottenere il suo commento. Guardì ha sorprendentemente rivelato di aver recentemente parlato al telefono con Giancarlo Magalli per discutere di una possibile collaborazione a “I Fatti Vostri”. Secondo Guardì, lui e Magalli hanno affrontato l’incidente con leggerezza, suggerendo che ci possa essere un tentativo esterno di creare divisioni tra di loro. “Con Magalli ci abbiamo riso sopra. A qualcuno probabilmente ha dato fastidio che io abbia recuperato il rapporto con lui, cercano di metterci contro… ma niente di che”, ha dichiarato Guardì. Ha anche sottolineato che nessuno dei destinatari delle sue parole si è sentito offeso e che si trattava di eventi passati.

Questo scandalo, sebbene abbia sollevato interrogativi sulla condotta di Guardì nel passato, sembra aver portato a una riconciliazione tra lui e Magalli, dimostrando che nel mondo dello spettacolo le relazioni possono essere complesse e mutevoli nel corso del tempo. Resta da vedere se questa collaborazione avrà successo e se i due colleghi riusciranno a superare questo episodio controverso.



Lascia un commento