Curiosità su chi è la figlia Giulia e l’ex moglie Anna di Massimilino Gallo


Il grande pubblico apprezza Massimiliano Gallo, attore italiano. Ha interpretato molte parti e collaborato con i più grandi artisti del teatro e del cinema. Recentemente è stato protagonista de I bastardi di pizzofalcone. Molte donne vorrebbero uscire con lui, ma cosa sappiamo di lui e della sua vita privata? Sappiamo che si è sposato per la prima volta e ha avuto una figlia di nome Giulia. Cosa sappiamo di lei?

Massimiliano è nato il 19 giugno 1968 a Napoli, in Campania. Il patrimonio di artisti della sua famiglia lo ha ispirato fin da bambino a intraprendere una carriera nel cinema e nel teatro. Suo padre era un noto cantante napoletano e sua madre Bianca Maria era un’attrice di teatro. Massimiliano iniziò la sua carriera in teatro e nei musical, dimostrando le sue capacità canore. In seguito è diventato un personaggio di film e programmi televisivi. Recentemente, lo abbiamo visto nella serie “I bastardi di Pizzofalcone” nel ruolo di Palma, il vice-capo”.

Shalana Santana è la sua compagna di oggi. Shalana è nata a Brasilia, in Brasile, il 23 aprile 1983. Ha iniziato la sua carriera di attrice nel 2011, poco dopo essersi trasferita in Italia, a Napoli, con il suo ex compagno, il dentista Alessandro Lukacs, che è il padre di suo figlio. Nel 2011 Shalana ha iniziato a studiare alla scuola di cinema La Ribalta, dove ha conosciuto il suo attuale compagno, Massimiliano Gallo. I due si sono innamorati a prima vista durante una cena. Nei mesi scorsi Rai Due ha trasmesso la fiction L’alligatore, di cui Shalana è stata una delle protagoniste.

Chi è la figlia Giulia e l’ex moglie

Massimiliano Gallo era sposato con Anna, dalla quale ha avuto una figlia, Giulia, che oggi ha 19 anni. Shalana è stata la donna che lo ha travolto. Secondo Gallo, l’ex moglie Anna era il suo amore d’infanzia e la base del loro rapporto era il rispetto. Ha anche descritto il loro rapporto in termini positivi: “Diciamo che per vivere in serenità, se ci sono i figli soprattutto, alla base ci deve essere il rispetto, e questo c’è”. Tuttavia, non è stato solo questo. Abbiamo passato la nostra vita insieme […]. Saremo sempre legati per crescere nostra figlia, indipendentemente da quanto sia finito il nostro amore o da quanto affetto sia rimasto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *