Hai capito chi è Javier Girotto? Età, carriera e curiosità


Nato a Cordoba, in Argentina, nel 1965, il sassofonista Javier Girotto ha iniziato a suonare il sassofono contralto fin da bambino. Il suo interesse per il jazz è cresciuto quando ha suonato in diverse band durante il periodo in cui ha frequentato il Conservatorio Provincial de Cordoba. Tre anni dopo ha vinto una borsa di studio Berklee. Ha iniziato a dedicarsi al jazz all’inizio degli anni ’80, quando ha iniziato a suonare con diversi musicisti di livello mondiale. Nel 1990 è tornato in Italia, terra d’origine della sua famiglia, dove ha raggiunto una grande fama. Dall’inizio della sua carriera nel nostro Paese, ha alternato collaborazioni jazz a collaborazioni più commerciali.

Carriera e curiosità su Javier Girotto, jazzista argentino ‘cresciuto’ in Italia

Javier Girotto ha ottenuto un notevole successo generando una dozzina di album nella scena del tango di Cordoba negli ultimi quindici anni, dopo di che si è unito a Peppe Servillo per cantare nell’orchestra sinfonica. Un altro gruppo, Cordoba Reunion, è stato formato nel 1999 da quattro cordobesi espatriati in Italia. Nel 2000, Daniele Di Bonaventura, bandoneonista marchigiano, ha formato con Girotto un duo che ha pubblicato tre album molto apprezzati.

Musicisti di tutta Europa e non solo fanno la fila per lavorare con Javier Girotto, sempre più conosciuto in Italia. La sua musica e i suoi progetti lo hanno reso famoso in tutta Europa e in America Latina, dove è attivo da 30 anni. Tra le altre collaborazioni, ha lavorato con l’Orchestre National du Jazz di Parigi. La collaborazione orchestrale con la nota ONJ è una delle sue più importanti. Ha lavorato per molti anni con Natalio Mangalavite, pianista argentino. Infine, ha lavorato con molti artisti “popolari” nel corso degli anni. Migliaia di spettacoli dal vivo hanno avuto luogo in Italia e altrove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *