Hai capito chi sono Susanna e Carlotta figlie di Gigi Proietti


Gigi Proietti è stato un attore incredibile, una star del cinema e un personaggio, ma soprattutto una persona. È stato compagno fedele di Sagitta Alter per quasi sei decenni ed è stato padre di due figlie, Susanna e Carlotta. Le donne della sua vita gli sono sempre state vicine fino alla sua prematura scomparsa, avvenuta oggi, per ironia della sorte, nel giorno del suo 80° compleanno. Lui ci scherzava sempre sopra dicendo: “Cosa possiamo fare? In fondo è il 2 novembre…”. La sua presenza era immensa.

Chi è Sagitta Alter, l’ex guida turistica svedese compagna di Gigi Proietti

Sagitta Alter, ex guida turistica svedese, timida e riservata, è stata accanto a Gigi Proietti per 58 anni. Nel 1962, quando Proietti aveva 22 anni e aveva appena iniziato la sua carriera di cantante nei locali di Roma, i due si sono conosciuti in Italia. La loro relazione è stata forte e reale, senza litigi o scandali che avrebbero portato la gente a spettegolare su di loro. In un’intervista a Di Più, Proietti ha dichiarato che lui e Sagitta non pensano più al matrimonio, ma non hanno ancora escluso l’idea di sposarsi un giorno, anche se la cosa più importante per loro è avere una famiglia unita.

Sagitta, insieme alle due figlie Susanna e Carlotta, forma una famiglia. Susanna aveva 42 anni e Carlotta 37, ed entrambe erano fortemente coinvolte nell’industria dello spettacolo. Susanna lavorava dietro le quinte, mentre Carlotta, più estroversa, era una cantante e autrice sul palco. Susanna ha ricordato con affetto al Corriere della Sera che lei, sua madre e sua sorella si sedevano sempre in prima fila allo spettacolo, seguite da una lunga fila di ammiratori che volevano stringere la mano a Sagitta. Ha raccontato che la cosa la innervosiva, che le sembrava un’invasione della loro privacy, visto che in casa conducevano una vita normalissima, ma fuori erano costantemente bombardate da persone in cerca di autografi.

In un caso, Carlotta ha raccontato una storia familiare che ha dato l’idea di chi fosse il genitore “duro” tra Gigi e Sagitta. Racconta: “A quattordici anni avevo già sviluppato il vizio del fumo. Una mattina, io e alcuni miei compagni di classe ci nascondemmo per fumare una sigaretta. Un’insegnante ci vide e informò la preside. Disse a gran voce che le nostre famiglie sarebbero state informate presto. Quando arrivai a casa ero pietrificato. Mia madre era in piedi davanti alla porta, con un profondo cipiglio sul viso. Disse: “Ha chiamato la scuola. Ho saputo che ti hanno beccato a fumare. Ora devi dirlo a tuo padre”. Andai nello studio di mio padre e bussai alla porta. Dissi: “Devo dirti una cosa, amore di papà”. Stava sfogliando un giornale quando alzò lo sguardo. Mi disse: “Dimmi di che si tratta”. Beh, stamattina mi hanno beccato a fumare una sigaretta a scuola”. Lui rimase sorpreso e chiese: “Ma perché non si può fumare a scuola?”.

Carlotta ha un modo unico di descrivere l’incrollabile dedizione di sua madre a lei e a sua sorella, anche con gli impegni di lavoro del suo compagno. Anche se ci sono stati dei conflitti, non si sono mai protratti e sono stati rapidamente dimenticati. A questo punto, la madre ha accettato la pigrizia del padre, ma continua a infastidirsi per il suo abbigliamento. Per esempio, lui si allaccia il cappotto con tre bottoni all’ingiù e la madre lo costringe a slacciarli. Questa routine di litigi quotidiani è ciò che tiene in piedi il loro rapporto e Carlotta può vedere che si amano ancora come se fosse il primo giorno insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *