Ezio Delbono investito da una valanga: muore a 41 anni davanti agli amici



Una tragedia ha sconvolto il pomeriggio del 24 dicembre a Livigno, in località Vallaccia, dove Ezio Delbono, un ingegnere bresciano di 41 anni, ha perso la vita in modo tragico a causa di una valanga. L’uomo si trovava sulle montagne a 2250 metri di altitudine, intento a trascorrere la Vigilia di Natale con un gruppo di amici.



L’Incidente Mortale

Ezio, appassionato della montagna e amante dello sport estremo, stava praticando lo splitboard insieme a due amici. Questa attività consiste nel salire la montagna con una tavola da snowboard divisa in due parti e poi scendere come un normale snowboarder. Purtroppo, durante la fase finale della discesa, una valanga ha colpito Ezio Delbono, seppellendolo sotto un metro e mezzo di neve. I suoi due amici hanno subito allertato i soccorsi, ma quando questi sono giunti sul luogo dell’incidente, purtroppo, per il 41enne non c’era già più nulla da fare.

Lutto e Cordoglio

La notizia della tragica morte di Ezio Delbono ha suscitato profondo dolore tra gli appassionati di sport invernali e la comunità di Livigno. L’uomo era un esperto splitboarder e condivideva la sua passione con un gruppo di amici. Dopo la diffusione della notizia, numerosi messaggi di cordoglio hanno invaso i social media. Un amico di Ezio, con il cuore spezzato, ha scritto: “Oggi tutta la famiglia dello splitboard avrebbe dovuto festeggiare un Natale speciale come ogni anno. Invece, la neve, la cosa che amiamo di più, ti ha tradito. Ciao Ezio, sarai per sempre nel nostro cuore. Siamo sconvolti e senza parole. Non ci crediamo ancora.”



Lascia un commento