Auto precipita nel lago, coniugi trovati morti. Il sindaco: “Erano miei parenti, lui era molto affezionato alla moglie”



Giuseppe Paolorossi e Rita Caporaletti, rispettivamente di 92 e 84 anni, sono deceduti dopo essere finiti con la propria auto nel laghetto del Circolo per la pesca sportiva di Montefano, in provincia di Macerata.



Secondo le prime ricostruzioni, gli investigatori propendono per un gesto volontario, un omicidio-suicidio dettato dalla disperazione del marito, che soffriva per la condizione della moglie, malata da tempo di Alzheimer.

I pescatori presenti sulle rive del laghetto hanno assistito al tragico evento, vedendo l’auto, una Fiat Punto scura, sprofondare nel piccolo specchio d’acqua. Due giovani si sono tuffati per raggiungere il veicolo, ma purtroppo era chiuso dall’interno.

Un testimone ha raccontato che il marito guardava fisso in avanti, come se stesse ancora guidando, mentre i soccorritori tentavano invano di salvarli. La donna, dall’interno dell’auto, avrebbe urlato con tutte le sue forze, ignara del gesto del marito.

L’84enne era da tempo affetta da Alzheimer e il marito, secondo quanto emerso dalle indagini, aveva minacciato il gesto estremo in precedenza.

La Procura di Macerata ha aperto un fascicolo per omicidio-suicidio e la pubblico ministero Rosanna Buccini ha disposto l’ispezione cadaverica. Il sindaco di Filottrano ha confermato il legame familiare con le vittime e ha espresso il suo cordoglio per l’accaduto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *