La Rai ha censurato la scollatura di Elodie? Riprese astute durante il concerto di “Una, nessuna e centomila”



Il concerto “Una, nessuna, centomila” tenutosi all’Arena di Verona il 4 e 5 maggio, ha offerto momenti di grande emozione, soprattutto durante l’atteso duetto tra Tananai ed Elodie Di Patrizi. L’evento, che aveva come fine la raccolta fondi per i centri di aiuto alle donne vittime di violenza, è stato un grande successo, con molti telespettatori sintonizzati su Rai Uno e altrettanti attivi sui social media, dove hanno espresso il loro entusiasmo per le performance.



Il duetto tra Tananai ed Elodie, in particolare, ha scatenato un’ondata di reazioni positive tra il pubblico, che ha inondato i social network di commenti lodevoli. Le due serate, magistralmente condotte da Amadeus, sono state trasmesse in diretta su Rai Uno mercoledì 8 maggio, attirando l’attenzione di un vasto pubblico televisivo.

Tuttavia, un aspetto del concerto ha sollevato alcune questioni. Un numero significativo di spettatori ha rilevato una scelta di regia peculiare durante il duetto di Elodie e Tananai: Elodie Di Patrizi non è stata mostrata frontalmente o a figura intera. Questo dettaglio ha scatenato un dibattito tra il pubblico, con alcuni che interpretano la scelta come un tentativo di imporre un certo moralismo, evitando di mostrare il décolleté dell’artista, mentre altri ritengono che la decisione possa essere stata guidata da considerazioni tecniche o estetiche.

Nonostante queste controversie, il concerto ha raggiunto il suo obiettivo benefico, consolidando l’importanza di eventi simili che non solo intrattengono ma sostengono anche cause di grande rilievo sociale. La discussione sull’inquadratura di Elodie rimane aperta, con opinioni divise su se la decisione sia stata un’espressione di conservatorismo o una mera scelta artistica.



Lascia un commento